sabato 5 agosto 2017

L'Arca dell'Alleanza NON è stata trafugata

Per molti questo articolo può sembrare sciocco o inutile, ma è invece doverosa una chiarificazione: il sito world daily news report è pieno di fake-news, fra le quali ogni anno viene riproposta la stessa. L'Arca dell'Alleanza, protetta ad Axum in Etiopia dai monaci e dalle guardie armate del patriarcato, sarebbe stata trafugata (vedi la fake-news qui). Invece, come riporta Tigrai Online, un giornale etiope, l'Arca dell'Alleanza è al suo posto, al sicuro, e nessuno l'ha rubata. La riprova che questa è una notizia falsa si ha dalla quantità di link e siti con date discordanti su quando sia avvenuta, ci sono post del 2016, del 2014 e del 2011 che parlano del trafugamento dell'Arca, ogni volta con gli stessi particolari. Chissà per quale motivo si cerca di scandalizzare il mondo con questa notizia... ma l'importante è sapere che l'Arca è al sicuro.

L'Arca dell'Alleanza è un gioiello, una reliquia dell'Antico Testamento, presente in Etiopia fin dal tempo di Menelik I, sovrano figlio di Salomone e della Regina di Saba, portata in Etiopia da un gruppo di nobili ebrei come dono per il sovrano di Axum. La città santa degli etiopi conserva ancora oggi questo santo sigillo dell'Alleanza fra gli antichi ebrei e il Signore, e viene ogni anno portata in processione nel giorno della Teofania per essere venerata dai fedeli che accorrono in massa. Per tutto il resto dell'anno, solamente ai Guardiani dell'Arca - pochi monaci scelti fra i più casti e puri del monastero - è permesso vederla e prendersene cura. Nemmeno il Patriarca etiope può visitare il santuario. 


La chiesa di Nostra Signora di Sion, ove è custodita l'Arca dell'Alleanza

La Chiesa dell'Arca è protetta da un muro di cinta, da 11 guardie armate e dai monaci stessi, oltreché dal sistema di allarme. 

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.